mercoledì 5 novembre 2008

Che gioia e ma (in italia) che tristezza....


Alle dieci si é festeggiato la vittoria di Barack Obama. E vai!!!
Per seguire i risultati si e' saltato molto tra bbc world e cnn e cbs , fighissima la giornalista ologramma e veramente brava Katie Curic.

Invece leggendo il corriere stamattina ci si é reso conto di nuovo, ma non c'era certo bisogno, che la politica in italia é fatta da personaggi tristi , da un lato festeggiano quelli che Obama non ha voluto incontrare quando si é fatto il giro d'europa, dall'altro straparlano, il nano che vuol dare consigli , (maddeché ? sulle veline ?) e le ballerine di fila un po' ritardate parlano a vanvera.
Che spettacolo penoso ! Ma siete troppo tristi e lontani per rovinarci la festa !!

3 commenti:

TLMonk ha detto...

Seguo il vostro blog da parecchio tempo e lo trovo molto ben fatto cosi' come la vostra scelta di lasciare l'Italia..anche io ho lasciato un po' di me stesso da quelle parti ed invidio il coraggio che avete avuto nel compiere un passo cosi' importante. Non mi piace però la "commiserazione" con la quale vi rivolgete a chi vive in Italia...io non mi sento ne "povero" ne "triste"; non ho votato chiaramente ne per Berlusconi ne per Veltroni ma combatto la mia battaglia quotidiana "sul campo" per fare "svegliare" le persone intorno a me. Il paese vive in una sorte di letargo morale ma in questi giorni le "porcate" del governo hanno fatto "risvegliare" tante persone che vanno quotidianamente in piazza....forse qualcosa di buono nel "vostro maltrattato" paese è rimasto....

Anonimo ha detto...

Sai com'é, quando ami qualcuno molto e continua a comportarsi in maniera autodistruttiva, ti fa incazzare, siete in una situazione pessima per usare un eufemismo, ma il 70 per cento apprezza l'operato del nano. Sono questi gli italiani poveri e tristi, che non vedono al di la' del proprio naso, miopi ed egoisti. So che ci sono tanti con la schiena dritta, con due coglioni cosi', perche' ammettiamolo ci vuole coraggio soprattutto per rimanere in italia, ma purtroppo penso siate ormai una minoranza , speriamo ora con la crisi, con le tasche vuote, si sveglino dal letargo e si sveglino e capiscano che dall'estero ci vedono, giustamente, come uno stato macchietta, con un popolo macchetta che si fa governare da ....(aggiungere a piacimento). Forse non tutti i mali vengono per nuocere. La tristezza maggiore e' comunque riferita alla classe dirigente ormai senza alibi e speranze. ciao e a risentirci.
11p.

tlmonk ha detto...

Ovviamente, sapendo benissimo che il governo è in mano ad un ex piduista (datevi uno sguardo al famelico Piano di Rinascita Democratica), i sondaggi -non reali- fanno parte del "pacchetto" propinato dal governo per fare apparire una realtà differente. Ovviamente anche la TV è parte determinante per addormentare le coscienze delle persone e fa anch'essa la sua parte...
Ma vi assicuro che chi si informa anche in rete (e almeno le generazioni piu' giovani lo fanno normalmente) riesce a farsi un idea piu' "realistica" della situazione del paese. Tutte le mistificazioni propinate dalle tv e dai giornali non fanno altro che far montare disdegno e frustrazione....ciao tlmonk